Parole al vento

 

 

Questo volume consiste di una raccolta di versi, redatta da sagge abitanti delle Terre di Cenere. "Ch'io possa in cenere mutare" proviene dagli ahemmusa dei Pascoli Erbosi.

 

Ch'io possa in cenere mutare

 

nelle tue distese gelide e selvagge

 

e possa la mia voce cantare

 

il suo ultimo inno ai tuoi venti.

 

Prego per il pastore,

 

che gioca fischiando al suo guar.

 

Prego per il cacciatore,

 

che insegue le bianche prede.

 

Prego per il saggio,

 

che cerca ai piedi del colle,

 

e per la moglie che spera

 

nell'ultima carezza del figlio morto.

 

Non prego per ciĆ² che ho perduto,

 

quando il mio cuore spunta

 

dal tuo terreno come un seme

 

e sboccia nuovamente sotto il sole di domani.