La Speranza dei Redoran

 

di

Turiul Nirith

 

 

Una delle poche arti magiche che gli Psijic di Artaeum hanno tenuto per sé, a differenza delle scuole e degli incantesimi comuni della Gilda dei Maghi, è il dono della divinazione. Nonostante questo, o forse proprio per questo, i segni e le profezie abbondano a Tamriel, alcuni sono verosimili e altri talmente ambigui da non essere verificabili. Inoltre, ci sono altre profezie tenute segrete tra cui quelle del Dro'Jizad a Elsweyr e del Nerevarine a Morrowind, e le Antiche pergamene stesse.

 

Nella nobiltà nord è tradizione fare leggere i presagi dei propri figli e solitamente si tratta di letture piuttosto oscure. Per esempio, un mio conoscente mi ha riferito che ai suoi genitori fu detto che la loro bambina sarebbe stata salvata da un serpente e proprio per questo decisero di ribattezzarla Serpentkin con una cerimonia speciale. In effetti, questa giovane donna, Eria Valkor Serpentkin, fu salvata da un serpente molti anni dopo, quando un assassino che si stava avvicinando di soppiatto mise un piede su una vipera danswyrm.

 

Occasionalmente, i presagi sembrano essere fuorvianti di proposito, come se Boethiah li stesse utilizzando alla stregua di trappole. Ne ricordo uno in particolare. Molti, molti anni fa, un bimbo maschio nacque nella casata Redoran. Fu un parto molto difficile alla fine la madre era delirante e in fin di vita. Quando il figlio venne al mondo, cantò quanto segue e passò a miglior vita.

 

La fortuna ci ha sorriso in questo giorno

Mio figlio sarà grande nella mente e con le armi

Porterà la speranza alla casata Redoran

Né incantesimi né lame potranno ferirlo

Né malattie né veleni potranno nuocergli

Il suo sangue non verrà mai versato

 

Il ragazzo, di nome Andas, era in effetti straordinario. Mai si ammalò o fu ferito durante tutta la sua infanzia. Era anche piuttosto forte e intelligente, cose che, combinate con la sua invulnerabilità, fecero sì che molti lo chiamassero, secondo la profezia di sua madre, la Speranza dei Redoran. Naturalmente, con un nomignolo del genere chiunque tende a sviluppare una punta di impertinenza e non trascorse molto prima che si facesse dei nemici.

 

Il suo peggior nemico era suo cugino Athyn, che aveva subito molti abusi per mano di Andas. Il rancore più grande nasceva dal fatto che era stato mandato a Rihad per completare la sua educazione per via delle pressioni di Andas. Quando Athyn fece ritorno da Hammerfell, fu per la morte del padre, uno dei precedenti consiglieri della casata. Athyn era abbastanza maturo da occupare il posto nel consiglio ma Andas voleva il seggio per sé, affermando che suo cugino era stato troppo a lungo lontano da Morrowind e non capiva altrettanto bene la politica. La maggioranza della casata concordò con Andas per favorire la rapida ascesa della Speranza dei Redoran.

 

Athyn esercitò il suo diritto di combattere con il cugino per il seggio. Nessuno credeva che avesse qualche probabilità di vincere, naturalmente, e l'inizio della battaglia era previsto per il mattino successivo. Durante la nottata, Andas andò a donne, cenò e bevette con i consiglieri, certo che il suo seggio fosse assicurato e per la casata Redoran stesse per sorgere una nuova alba. Athyn si ritirò nel suo castello con i suoi amici, i nemici di Andas e i servi che aveva portato da Hammerfell.

 

Athyn e i suoi amici stavano discutendo cupamente del duello quando uno dei suoi vecchi insegnanti, una guerriera chiamata Shardie, entrò nella sala. Era diventata piuttosto orgogliosa del suo studente negli anni trascorsi a Hammerfell, talmente orgogliosa da scortarlo attraverso l'Impero fino alla sua terra natia. Chiese come mai nutrissero così poca fiducia nelle sue speranze per la battaglia. Le spiegarono le doti sovrannaturali di Andas e la natura della premonizione di sua madre.

 

"Se non può essere ferito da malattie, veleno, magicka e il suo sangue non può essere versato, che speranza ho di sconfiggerlo?", si lamentò Athyn.

 

"Non ricordi nulla di quello che ti ho insegnato?", rispose Shardie. "Non conosci alcuna arma in grado di uccidere senza versare sangue? Spade e lance e frecce sono gli unici oggetti nel tuo arsenale?".

 

Athyn capì subito di che arma stesse parlando Shardie, ma gli sembrò assurdo. Non solo assurdo, ma patetico e primitivo. Eppure, era l'unica speranza che aveva. Per tutta la notte, Shardie lo allenò nelle arti e nelle tecniche, mostrandogli i numerosi colpi e le posizioni ideate dalla sua gente ad Albion-Gora, i contrattacchi, le finte, le parate importate da Yokuda e la presa classica e a due mani per l'arma più antica della storia.

 

I cugini si incontrarono il mattino seguente e mai prima di allora due combattenti erano sembrati così poco alla pari. L'ingresso di Andas fu seguito da grandi applausi, non solo perché era molto amato come la Speranza di Redoran, ma come se la sua vittoria fosse una conclusione prestabilita: erano in molti a volersi mantenere in buoni rapporti con lui. La sua corazza scintillante e la sua spada suscitavano scalpore e meraviglia. Al contrario, la comparsa di Athyn causò un sussulto di sorpresa e pochi applausi educati: era abbigliato e armato come un barbaro.

 

Come aveva suggerito Shardie, Athyn lasciò che Andas attaccasse per primo. La Speranza dei Redoran era impaziente di finire la battaglia e reclamare subito il potere che gli spettava. La lama guidata dal possente braccio di Andas ferì lievemente il petto di Athyn, ma prima che potesse sferrare il colpo di ritorno, Athyn la respinse con la sua arma. Quando Athyn attaccò Andas ferendolo, la Speranza dei Redoran fu talmente sorpreso dalla sua prima ferita che fece cadere la spada.

 

Meno si dice riguardo alla fine della battaglia e meglio è. Basti dire che Athyn, maneggiando una semplice clava, percosse Andas a morte senza versare una goccia di sangue.

 

Athyn occupò il posto di consigliere di suo padre e da quel momento si iniziò a vociferare che la "speranza" del presagio fosse riferita a lui e non ad Andas.

 

Dopotutto, se Andas non avesse tentato di sottrarre il posto di consigliere a suo cugino, Athyn, tutt'altro che ambizioso, non l'avrebbe mai reclamato. Immagino che questo sia un altro modo di vedere la cosa.