Guida alle erbe di Skyrim

Agneta Falia



Chi evita questa provincia settentrionale per le denunce di barbarismo o le preoccupazioni sul clima, non fa altro che farsi un cattivo favore. A Skyrim ci sono infatti dei materiali talmente preziosi che ogni alchimista farebbe bene a servirsene. Ho viaggiato questa terra in lungo e in largo ed ecco una piccola parte delle mie scoperte.

Corona insanguinata
Le capocchie dei funghi sembrano senza dubbio imbrattate di sangue, sebbene nei luoghi umidi e bui, dove crescono sia difficile da notare. Facilmente reperibili a Skyrim, la loro abbondanza è controbilanciata dalla difficoltà di procurarseli. Come noto a qualsiasi erborista che si rispetti, le caverne più buie nascondono spesso ben altro che semplici funghi. Ciò nonostante, questi funghi poderosi, se combinati con polvere di corna, producono una mistura che diminuisce la resistenza al veleno. La loro utilità è anche significativa quando vengono mischiati con la lavanda, creando una sostanza altamente resistente alla magia.

Campanula mortale
Il folclore che circonda questo fiore abbonda nella paludi dell'Hjaalmarch. Alcune storie lo vedono crescere nei luoghi in cui sono avvenute delle morti disgraziate, mentre altre asseriscono il contrario: prima cresce per poi attirare persone e animali verso un destino funesto. Non ho trovato alcuna prova in merito, ma posso affermare con certezza che questo fiore è difficilmente reperibile.
Sebbene sia rinomato principalmente per le sue proprietà velenose, è bene ricordarsi che i boccioli di campanula mortale sono molto efficaci per accrescere le abilità alchemiche.

Libellula
Nel clima di Skyrim sopravvive un numero sorprendente di insetti che prospera principalmente nelle aree meridionali della provincia. Le libellule sono facilmente reperibili ovunque e sebbene catturarle non sia precisamente semplice, il gioco vale certamente la candela. Lo scopo della mia ricerca non era di certo determinare se la varietà arancioni o blu fossero dei ceppi completamente differenti o delle semplici variazioni di colore, ma conducendo alcuni esperimenti ho scoperto che le libellule arancioni, se combinate con i coriacei cirripedi reperibili lungo la costa, trasferiscono parte della loro capacità di volare, conferendo all'erborista delle dita veramente agili.

Artiglio di hargraven
Gli artigli di hargraven conviene acquistarli nelle botteghe poiché procurarseli personalmente è altamente sconsigliabile. Queste creature hanno barattato la propria umanità in cambio di potenti magie e la trasformazione a cui vengono sottoposte infonde al loro essere una frazione del potere in questione. Ingerire la polvere di artiglio aumenta la resistenza alla magia, ma la proprietà più curiosa si palesa mischiando con le baccaneve (reperibili a Skyrim principalmente ad alte quote). Dopo avere ingerito questa mistura sono riuscita a comprendere degli incantamenti che prima mi sfuggivano e ho trasmesso questa scoperta a numerosi maghi di corte che mi hanno espresso la loro gratitudine.

Jazbay
Tempo fa, raccogliere uno di questi acini senza il diretto consenso dell'imperatore era considerato tradimento. A quanto mi pare di capire, nonostante i coltivatori di Skyrim siano riusciti a prolungarne la sopravvivenza, il prezzo da pagare è stato il sapore. Non è più il frutto di una volta. Eppure, crescendo nel bel mezzo della tundra vulcanica dell'Eastmarch, è incredibilmente utile per preparare delle pozioni. I maghi lo tengono molto da conto in quanto può essere combinato con del semplice aglio per velocizzare la rigenerazione della magicka. Sebbene oggi non sia più un crimine, raccogliere questi acini in grosse quantità è una pratica che è meglio non divulgare.

Ala di falena
Come nel caso delle libellule, sono rimasta impressionata dal numero di farfalle, falene e insetti vari che sono riusciti a prosperare a Skyrim. La actias luna è particolarmente bella: le sue ali sottili ed effimere sembrano quasi fin troppo delicate per issarsi in aria e ciò conferisce loro un aspetto quasi magico. Senza dubbio, questa caratteristica si estende alle proprietà che esibiscono una volta polverizzate e distillate. Devo ammettere che all'inizio frantumarle non è stato facile, indipendentemente dalla mia determinazione di scoprire tutto quello che Skyrim ha da offrire. Queste creature sono semplicemente splendide! Sebbene possano essere utilizzate per creare dei veleni nocivi alla magicka, dal mio punto di vista è uno spreco di potenziale. Se una volta polverizzate quasi completamente le ali sembrano scomparire sotto il mortaio, non preoccuparti. E' proprio questa caratteristica a renderle piuttosto efficaci nelle pozioni di invisibilità!

Cotone della tundra
Non tutti i nord sono dei selvaggi avvolti in pelli di animali, che ululano alla luna. In questa terra è disponibile una vasta gamma di tessuti, sopratutto grazie al resistente cotone della tundra. Assorbe tutta la pioggia possibile nelle pianure a ovest di Whiterun e sboccia frequentemente. Pur non esibendo alcuna proprietà alchemica stupefacente, è un classico delle pozioni non solo perché fortifica la magicka, ma anche perché aumenta la resistenza agli incantesimi. Probabilmente è proprio questa caratteristica a renderlo così resistente a questo clima.

Belladonna
Il nome e la forma di questa pianta sono conosciuto da tutti. Giudicato da tempo uno dei componenti più potenti di molti veleni, il tipico nord tende a mantenere le distanze da questo fiore viola acceso che si annida tra le foglie scure. Oltre a essere incredibilmente efficace come veleno puro, combinato correttamente serve anche come inibitore di movimento. 
E' quindi privilegiato da coloro che desiderano neutralizzare l'avversario in battaglia e proprio per questo si trova sulle lame dei criminali di Skyrim.