Conquista e consolidamento
della frontiera:
storia sociale di Cyrodiil


Stampa dell'università di
Gwylim
3E 344


Spesso gli storici ritraggono il processo di colonizzazione umana di Tamriel come un'ovvia fase di espansione militare dei nord di Skyrim. In verità, i primi colonizzatori umani occuparono quasi ogni angolo di Tamriel già prima che Skyrim venisse fondata. I cosiddetti popoli Nedic comprendono i proto-cyrodiilici, gli antenati dei bretoni, gli aborigeni di Hammerfell e forse anche una popolazione umana di Morrowind ormai estinta. In senso stretto, i nord rappresentano soltanto uno dei vari popoli di Nedic, l’unico che non sia riuscito a stabilire una coesistenza pacifica con gli elfi che avevano già occupato Tamriel.

Ysgramor non è stato certamente il primo colonizzatore umano di Tamriel. Infatti, nella fuga dalla guerra civile di Atmora, come il Canto del Ritorno dichiara, Ysgramor stava seguendo una lunga tradizione di migrazioni da Atmora. Tamriel a quel tempo fungeva da valvola di sfogo per Atmora, secoli prima dell'arrivo di Ysgramor. Malcontento, dissidi, ribellioni e figli minori senza terra, inducevano tutti ad affrontare la difficile traversata da Atmora al Nuovo Mondo di Tamriel. I nuovi scavi archeologici hanno datato i primi insediamenti umani di Hammerfell, High Rock e Cyrodiil al ME 800-1000, secoli prima di Ysgramor, assumendo addirittura che i dodici re nord precedenti a Re Harald fossero personaggi storici realmente esistiti.

I popoli Nedic erano una minoranza in una terra di elfi e non avevano altra scelta che vivere pacificamente con la razza già presente in quei territori. Così fecero nelle terre di High Rock, Hammerfel, Cyrodiil e forse anche di Morrowind. I popoli Nedic fiorirono e si espansero negli ultimi secoli dell'Era Meretica. Solo a Skyrim questo accordo si ruppe e quell'evento è riportato nel Canto del Ritorno. Forse, trovandosi vicini ai rinforzi di Atmora, i proto-nord non ritennero necessario sottomettersi all'autorità degli elfi di Skyrim. In verità, le prime cronache nord riportano che sotto Re Harald, il primo sovrano nella storia dei nord (1E 113-221), "i mercenari di Atmora tornarono nella loro madrepatria" dopo il consolidamento di Skyrim come regno centralizzato. Qualunque sia il caso, le fondamenta erano gettate. Nelle terre di Skyrim l'espansione sarebbe proseguita militarmente con gli insediamenti umani che seguivano il fronte delle conquiste e i confini tra il territorio umano e il territorio elfico relativamente definiti.

Ma oltre questa zona di conflitto, gli altri popoli Nedic continuarono a convivere con i vicini elfi. Quando gli eserciti nord del Primo Impero entrarono finalmente nelle terre di High Rock e di Cyrodiil, trovarono i bretoni e i proto-cyrodiilici già insediati tra gli elfi. In verità, i nord trovarono difficoltà nel distinguere tra elfi e bretoni, poiché le due razze si erano già mescolate notevolmente. L'arrivo degli eserciti nord ribaltò l'equilibrio di potere tra le popolazioni Nedic e gli elfi. Sebbene l'espansione dei nord nelle terre di High Rock e Cyrodiil fosse stata relativamente limitata (meno di due secoli), il risultato fu decisivo. Da quel momento il potere in quelle regioni passò dagli elfi agli umani.